Il piano alimentare per rimanere magri e sani

Integrale, biologico, senza glutine. Un tris di aggettivi che nel sentire comune indicano un’alimentazione sana per il benessere fisico. Eppure non è sempre stato così. La conoscenza dei segreti per alimentarsi correttamente è recentissima e risale precisamente al 2005 quando è stato pubblicato uno studio definito dal New York Times “il Grand Prix dell’epidemiologia”. Si tratta del libro The China study del biochimico e nutrizionista T. Colin Campbell scritto dopo un decennio di studi sulla correlazione tra alimentazione e malattie. Oggi è il figlio di quel ricercatore, Thomas M. Campbell (nella foto), a scrivere nuovamente la storia della nutrizione con il volume Il piano Campbell.

Un passo indietro. Tra il 1983 e il 1989 un gruppo di ricercatori ha compiuto il più grande studio al mondo di epidemiologia servendosi delle cartelle cliniche di 16.700 adulti cinesi. Il progetto (ideato da Cornell University, Accademia cinese di medicina preventiva, Accademia cinese di scienze mediche e università di Oxford) ha analizzato migliaia di famiglie distribuite nello Stato annotando ogni loro porzione di cibo mangiata, registrando eventuali malattie e raccogliendo campioni di sangue e urina. Ne è nato un complicato studio che interpreta i dati osservando la relazione tra cibo e malattie cardiovascolari, cancro e diabete e la possibilità di ridurre il rischio di contrarre queste patologie o arrestare e invertire un loro sviluppo in corso attraverso l’alimentazione.

La ricerca è stata presentata attraverso il libro The china study (più di un milione di copie vendute) del ricercatore americano T. Colin Campbell. Per la prima volta si parla di alimentazione integrale, senza organismi geneticamente modificati e del glutine. Tutti argomenti noti oggigiorno grazie proprio a quello studio. Ebbene, il figlio Thomas M. Campbell ha proseguito il lavoro del padre, scrivendo una guida pratica alla più voluminosa ricerca. Spiega quest’ultimo: “È da circa trentanni che parlo del rapporto tra alimentazione e salute, concentrandomi soprattutto sui benefici prodigiosi di un regime a base di cibi integrali e vegetali. Nel campo delle diete sono frequenti i proclami contraddittori ma le voci a favore di questo stile di vita cominciano a farsi sentire anche sopra tanto frastuono”.

Prosegue Campbell: “Oggi l’interesse dell’opinione pubblica verso un regime integrale e a base vegetale come strategia per il raggiungimento del benessere fisico registra un aumento senza precedenti. Molti si domandano perché nessuno gliene abbia parlato prima, altri sono impazienti di adottarlo e chiedono consigli concreti su come cominciare”. Ecco allora una vera e propria guida pratica per sapere cosa mangiare, cosa evitare, come curarsi e come smettere di ammalarsi.

In Il piano Campbell, l’esperto presenta un piano alimentare con ricette e menù che proteggono la salute, sconfiggono l’obesità e prevengono malattie come il cancro, le patologie cardiocircolatorie e il diabete. Il volume è completo di lista della spesa, preziosi suggerimenti su come organizzare cucina e dispensa, come affrontare i pasti al ristorante o da amici, e contiene menu e 55 deliziose ricette. Una guida chiara e facile da seguire, che accompagna il lettore passo dopo passo in un viaggio verso la sua salute.

i.p.

The following two tabs change content below.

Davide Casati

Giornalista
Nato sulle rive di "quel ramo del lago di Como" nel 1990. Ha collaborato con Panorama, Radio Popolare, Lettera43 e come fotografo per le agenzie Demotix e Infophoto.