Yara, difesa punta su un operaio romeno per scagionare Bossetti

Massimo Giuseppe Bossetti

Un operaio trentenne, tornato precipitosamente in Romania, con un’amica di nome Yara che abita nella Bergamasca. E’ l’appiglio a cui si starebbe aggrappando la difesa di Massimo Giuseppe Bossetti, il muratore accusato di aver ucciso la tredicenne Yara Gambirasio, per scagionare il suo assistito. I fatti. Nelle scorse settimane l’avvocato Claudio Salvagni ha ricevuto due lettere scritte da una donna residente … Continue reading